I PITTORI CREATIVI NON AMANO LE REGOLE

[slideshow_deploy id=’3439’]

E’ appena avvenuta la premiazione del gioco “I Pittori Creativi non amano le regole”, un incontro in azienda con i vincitori: il primo e secondo classificati di novembre e dicembre.

In questa bellissima giornata, abbiamo giocato con le pitture, ci siamo confrontati attraverso le nostre storie ed esperienze, ci siamo raccontati ed abbiamo ascoltato come fanno i vecchi amici quando si incontrano.

Il gioco continua ogni mese, seguici su facebook

Ecco come funziona:
Mi piace l’idea di creare un gioco aperto a tutti che possa premiare l’impegno, le abilita, la Creativita e l’Arte nel nostro lavoro.

Infatti da alcuni anni abbiamo contribuito a riscoprire tutto cio nel lavoro dell’ “Imbianchino e Pittore” che sta riscoprendo la forza emozionale del proprio lavoro e delle proprie opere.
Come dico spesso… Michelangelo e Raffaello etc… pitturavano soffitti. E ultimamente, grazie anche al web, ho visto molte opere d’arte pubblicate sui social network.

Sta ripartendo un nuovo Rinascimento partendo dalla vostra professione.

Da qui l’idea del gioco: Su Facebook abbiamo aperto un gruppo che si chiama I Pittori Creativi non Amano le Regole.

Puoi fare richiesta di adesione al Gruppo, non ti sarà negata, e puoi liberamente pubblicare i tuoi lavori fatti con i nostri prodotti. Sceglierò
le 10 migliori foto e le faccio valutare da una giuria di qualità: Ogni mio Agente di zona vota con valore 10 punti. Ogni mio tecnico di zona Paolo La Selva, Andrea Impellizzeri, Vincenzo Mezzafonte e Paolo Noto con valore 30 punti Poi io, Shila e i due responsabili commerciali 50 punti.

Naturalmente tutti terremo presenti i “mi piace” di ogni singola foto.

Come tutti i giochi c’e’ un premio per i vincitori:
Al primo classificato daremo un rimborso spese di 500 euro, un invito a pranzo in azienda viaggio incluso, una felpa, 5 magliette e uno zaino.

Al secondo classificato un invito a pranzo in azienda viaggio incluso, una felpa, 5 magliette e uno zaino.

Buon divertimento a tutti e viva l’Arte e lo Spirito di Gioco.

Giorgio Graesan